La nuova dichiarazione di successione telematica può essere compilata e trasmessa anche dall’avvocato. Non tutti gli avvocati, ma solo quelli che hanno richiesto l’ abilitazione all’Agenzia delle Entrate. Ti spieghiamo cos’è la dichiarazione di successione e perché è meglio rivolgersi ad un avvocatodichiarazione di successione

La dichiarazione di successione

Gli eredi hanno l’obbligo di presentare all’Agenzia delle Entrate, entro 12 mesi dalla data di apertura della successione la dichiarazione di successione. La funzione è quella di rendere pubblico il trasferimento dei beni, dal deceduto ai suoi eredi, e di pagare le imposte per questo trasferimento. E’ obbligatorio presentare la dichiarazione di successione, a meno che l’eredità sia devoluta al coniuge e ai parenti in linea retta, abbia un attivo che non superi euro 100.000 e che non comprenda beni immobili o diritti reali immobiliari.

Cos’è la dichiarazione di successione telematica

Dal 23 gennaio 2017 anche la denuncia di successione può essere depositata telematicamente all’Agenzia delle Entrate. Il deposito telematico è obbligatorio dal 1/1/2018. Il sistema digitale calcola automaticamente imposte e tasse da versare in autoliquidazione. Si può anche indicare l’IBAN dell’erede autorizzando l’addebito diretto. Tutto è più semplice. Con la stessa dichiarazione si può fare domanda di voltura catastale. Non c’è più bisogno di recarsi all’Agenzia del Territorio. La dichiarazione di successione telematica può essere depositata da un intermediario abilitato dall’Agenzia dell’Entrate (un avvocato, un commercialista, un notaio, un caf). Ma teoricamente anche dallo stesso erede, se si procura i codici, si abilita personalmente e si scarica il software.

I vantaggi del canale telematico

Il sistema digitale porta indubbi vantaggi in termini di semplificazione. E’ più difficile incorrere in errori di compilazione e quindi di versare importi superiori o inferiori a quelli dovuti. Gli importi sono calcolati autonomamente dal software fornito dall’Agenzia delle Entrate. Per l’intermediario l’attività è più semplice e non deve recarsi presso gli uffici. Potrà applicare tariffe più ridotte.

Perché andare da un avvocato

Il deposito di una dichiarazione di successione richiede la massima attenzione. Anzitutto la dichiarazione, pur essendo un atto di parte, è trascritta presso i registri immobiliari e contiene un’autoliquidazione di imposte. Un errore può essere pagato caro. Tuttavia, a nostro avviso, gli aspetti più importanti riguardano l’accettazione dell’eredità. Accettare l’eredità puramente e semplicemente significa farsi carico dei debiti ereditari. Debiti che, alle volte, sono maggiori dell’eredità stessa. Per questo alle volte è essenziale accettare con beneficio di inventario. Vedi il nostro articolo sull’accettazione dell’eredità. Un avvocato può depositare la dichiarazione di successione telematica in modo che non comporti accettazione dell’eredità puramente e semplicemente. Il problema principale è infatti quello delle volture catastali, che per la giurisprudenza comportano accettazione di eredità. 

Lo Studio Legale Forcella Peruzzi

Per venire incontro alle tue esigenze lo Studio Legale Forcella Peruzzi di Padova mette a disposizione la proprie professionalità nel campo delle successioni ereditarie. Potrai far analizzare senza impegno la tua situazione ereditaria. Chiedendoci il servizio gratuito di Risposta mail. O un approfondito colloquio orientativo in studio (€150). Ogni aspetto viene valutato tenendo conto delle peculiarità tecniche ed umane del tuo caso e della speciale competenza dello Studio a tutela dei tuoi diritti. Operiamo direttamente in tutti i tribunali del Veneto: Padova, Venezia, Vicenza, Treviso, Rovigo, Belluno e Verona.

Sullo stesso argomento:

Richiedi una Risposta Mail Gratuita utilizzando il modulo di contatto qui sotto.

Il tuo nome (richiesto)

La tua email (richiesto)

Argomento di interesse

Oggetto

Il tuo messaggio

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*