Subordinate Popolare di Vicenza, GIP Vicenza 8 febbraio 2018 ha smorzato molti entusiasmi. Il Giudice  ha infatti escluso la responsabilità di Intesa Sanpaolo per i reati commessi dai funzionari della banca berica.

GIP Vicenza 8 febbraio 2018

I titolari di azioni e subordinate popolare di Vicenza si sono costituiti parte civile nella causa contro amministratori e sindaci dell’Istituto berico. Avevano chiesto di potersi far risarcire da Intesa Sanpaolo. Qual’è la regola? Può essere chiamato nel processo penale, quale responsabile civile di reati altrui, solo chi sia responsabile per legge. Intesa Sanpaolo potrebbe essere responsabile di debiti sociali per l’avvenuto acquisto dell’azienda. Il GIP richiama, quale eventuale fonte di responsabilità, l’art. 2560 II comma c.c. Come aveva fatto il GUP Roma 26/1/2018. Tale norma condiziona però il subentro dell’acquirente dell’azienda nei debiti solo in caso di loro iscrizione nei libri contabili.

Siamo nell’ambito di un processo penale. Per condotte illecite di amministratori e sindaci di Popolare di Vicenza. Al GIP non risultava che questo debito per eventuali condotte illecite di amministratori e sindaci fosse stato iscritto nei libri contabili obbligatori di Popolare Vicenza. E non risultava neppure che vi fosse un fondo a copertura di perdite relative ad eventuali richieste dei risparmiatori. Per tali motivi, secondo il GIP dott. Venditti, deve escludersi che l’obbligazione risarcitoria per i danni cagionati dai reati ipotizzati si possa essere trasferita ad Intesa Sanpaolo.

Azioni e Subordinate Popolare di Vicenza, quando sono risarcibili?

Il decreto Consiglio dei Ministri 25/6/2017 ha previsto un meccanismo di ristoro analogo a quello per Banca Marche, Popolare Etruria, Carife e Carichieti. Cioè un indennizzo dell’ 80% del valore nominale delle subordinate Popolare Vicenza sottoscritte o acquistate. In più, nel caso delle popolare venete, Intesa Sanpaolo si fa carico del restante 20% del bond. Tale decreto si rivolge però solo ai piccoli risparmiatori. Inoltre è diretto solo a coloro che hanno acquistato allo sportello. Oppure che hanno sottoscritto direttamente le emissioni subordinate.

Sono invece esclusi dalla tutela i risparmiatori che hanno acquistato subordinate popolare Vicenza con taglio superiore di euro 50.000. Sono esclusi i risparmiatori che non hanno acquistato le obbligazioni direttamente dalla Popolare berica in fase di sottoscrizione o a mercato. Facciamo un esempio. Sono esclusi coloro che hanno sottoscritto obbligazioni in filiale, ma li hanno poi venduti e riacquistati a distanza di tempo. Oppure coloro che li hanno acquistati via web. Su 200 milioni di euro di subordinate popolare Vicenza si pensa che ne vengono rimborsate 80-90 milioni.

La maggior parte dei risparmiatori non avrà quindi diritto a un rimborso. Se non facendo causa. Ma ci sono possibilità di rivolgersi ad Intesa Sanpaolo dopo la sentenza del GIP. Sembrerebbe non più nell’ambito di un procedimento penale contro amministratori e sindaci. Tuttavia, le subordinate popolare Vicenza sono iscritte nelle scritture contabili. C’è dunque un rapporto obbligatorio diretto tra banca debitrice e cliente creditore iscritto contabilmente. Potrebbe sostenersi che in base all’art.2560  II comma c.c. in tale rapporto è subentrata Intesa Sanpaolo.

Richiedi una Risposta Mail Gratuita utilizzando il modulo di contatto qui sotto.

Il tuo nome (richiesto)

La tua email (richiesto)

Argomento di interesse

Oggetto

Il tuo messaggio

Articoli che potrebbero interessarti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*