Perchè regolarizzare i capitali esteri, con Voluntary o Ravvedimento operoso (avvocato C. Peruzzi)

voluntary disclosureLa Voluntary Disclosure 2017 è un’opportunità da considerare seriamente (leggi di più). Detenere capitali non dichiarati oltreconfine è sempre più rischioso. E’ noto il moltiplicarsi degli accordi internazionali a contrasto dell’elusione fiscale. Il 12 luglio 2016 è arrivata la firma che rende operativo l’accordo tra il Principato di Monaco e l’Unione europea. Si attiverà uno scambio di informazioni dall’1 gennaio 2018. E’ prossima l’entrata in funzione del libero scambio delle informazioni bancarie con la Svizzera (2017).  Lo scandalo “Panama Papers” ha mostrato che – dove non arrivano le amministrazioni finanziarie – possono arrivare le inchieste giornalistiche. Non parliamo solo delle pesantissime conseguenze pecuniarie. Per l’omessa compilazione del quadro RW la sanzione va dal 6% al 30% degli importi non dichiarati, per gli ultimi periodi di imposta (fino a dieci). Senza considerare l’omessa tassazione sui redditi conseguiti dal patrimonio non dichiarato. Per le persone coinvolte, messe pubblicamente alla berlina, è un dramma personale e famigliare

La Voluntary 2.0, Ravvedimento Operoso o Dichiarazione tardiva?

La prima modalità di regolarizzazione è la Voluntary disclosure. Devi sapere che la procedura è articolata e ti consente di scegliere tra più opzioni. Anche se per te non è possibile avvalerti della Voluntary Disclosure 2017 (bis) è preferibile affrontare il problema della detenzione di capitali all’estero. Prima di un possibile accertamento da parte dell’Agenzia delle Entrate, puoi anche sanare la tua posizione con un ravvedimento operoso. Oppure con una dichiarazione tardiva o integrativa. Anche queste sono procedure spontanee che ti permettono di sanare le violazioni tributarie commesse, tra cui appunto la mancata compilazione del quadro RW per i capitali esteri. Fruirai di particolari sanzioni agevolate, anche se non così ridotte come con la Collaborazione volontaria. Solo un professionista è in grado di scegliere quella che fa al tuo specifico caso. Un avvocato del settore ti spiegherà se la Voluntary Disclosure 2 fa al tuo caso (decreto legge 193/2016). Clicca qui per vedere un confronto tra Voluntary bis e Ravvedimento operoso.

Quali benefici con la Voluntary Disclosure 2?

Lo stato italiano ha reso ovviamente molto appetibile la procedura di regolarizzazione del capitale estero. L’interesse del Fisco è quello di incassare denaro liquido, senza aprire un costoso contenzioso. Il concreto beneficio economico qual’è? Il conteggio di sanzioni ed imposte non è semplice perché dipende da innumerevoli variabili. Tra cui il Paese straniero interessato e la procedura per la liquidazione adottata. Per la mancata compilazione del quadro RW si può arrivare fino ad una sanzione dello 0,5% su ogni annualità (contro una potenziale del 6-30%). Anche il numero delle annualità dipende dal Paese estero in cui si trova il capitale. Per capire le annualità accertabili e sanabili, Paese per Paese, leggi lo schema da noi predisposto. I rendimenti finanziari dei capitali esteri sono tassati e sanzionati in modo diverso a seconda siano Fondi Armonizzati, Fondi Non Armonizzati, Conti Correnti, Derivati, Obbligazioni o Azioni. I benefici sono però soprattutto di carattere penale, grazie alla concessione di un’impunibilità.

Pianificazione patrimoniale della tua famiglia

Perché regolarizzare il patrimonio estero? Non solo per timore che possa emergere al Fisco il tuo patrimonio nei Paradisi fiscali. Anche perché puoi finalmente operare una valida pianificazione patrimoniale su quanto regolarizzato. Un avvocato conosce gli istituti giuridici per mettere in sicurezza e quindi trasmettere agli eredi il tuo patrimonio. Sotto l’aspetto degli strumenti legislativi l’Italia si è messa al passo del mondo anglosassone. È un campo però nel quale i cittadini italiani non sono lungimiranti. Nel nostro Paese il 15% delle devoluzioni successorie sono fatte con testamento. Da sempre il più semplice strumento di trasferimento del patrimonio familiare. Invece, a livello mondiale il 70% dei patrimoni fa capo ad un trust. Un completo, anche se costoso, strumento per disporre, tutelare e trasmettere i beni famigliari. Ma la pianificazione patrimoniale non è solo testamento o trust … molteplici strumenti giuridici, se ben utilizzati, ti consentono di ottenere le soluzioni fiscali e civili che cerchi.

Vuoi capire se la Voluntary disclosure 2017 fa al tuo caso?

Lo Studio Legale Forcella Peruzzi di Padova assiste nella valutazione di fattibilità della procedura di Voluntary disclosure 2017. La nostra clientela è prevalentemente veneta: da Padova, Venezia, Treviso, Vicenza, Rovigo. Il primo colloquio orientativo, senza impegno, precede qualunque mandato. Il costo è di € 150. Ti forniamo un parere preliminare di massima sulla fattibilità e ti evidenziamo eventuali aspetti critici penali, civili e tributari. Se ci sono criticità, ti indicheremo i successivi passaggi, che deciderai di intraprendere o meno. Potrebbe essere necessaria una consulenza specifica in diritto penale. Per reati di terzi, reati non tributari, ecc. Un approfondimento civilistico. Qualificare con correttezza i movimenti finanziari, esaminando i documenti bancari, è essenziale per non avere sorprese sui redditi tassabili. Infine, nei casi più complessi, può essere necessario un approfondimento tributario. Hai commesso illeciti amministrativi non coperti? Sei ancora convinto di procedere? Solo in questo momento potrai incaricarci di predisporre la relazione di accompagnamento e depositare l’istanza. 

Per approfondire le questioni, leggi i nostri articoli del blog:

Richiedi una Risposta Mail Gratuita utilizzando il modulo di contatto qui sotto.

Il tuo nome (richiesto)

La tua email (richiesto)

Argomento di interesse

Oggetto

Il tuo messaggio

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*